Home    Blog    VIDEO: sempre più potere a questa forma di comunicazione.

VIDEO: sempre più potere a questa forma di comunicazione.

Fin dall’alba dei tempi gli uomini hanno continuato ad evolvere i mezzi di comunicazione, ma oggi dove siamo arrivati?

Massimo Rachela | 2017-04-04


Tra i mezzi di comunicazione di maggior successo, il video ha sempre esercitato grandi influenze e potere sulle persone, basti pensare a quanto i film hollywoodiani influenzassero il consumo di alcol e sigarette negli anni ’30 e ’50, dove gli attori venivano addirittura pagati dalle stesse aziende purché consumassero i loro prodotti davanti a milioni di telespettatori.

Negli anni i mezzi di comunicazione si sono evoluti, moltiplicandosi in tipologie e formati, motivo per il quale il messaggio veicolato tramite quest'ultimi ha dovuto mutarsi in svariate forme.


Ma oggi funziona ancora lo schermo come mezzo di comunicazione?

Oggi siamo di fronte ad una rapida ascesa dello schermo: che sia il tv, lo schermo del cinema, il display del tablet o dello smartphone, i cartelloni pubblicitari o il piccolo schermo dello smartwatch siamo bombardati costantemente da contenuti di ogni genere. Tra questi però ce ne sono alcuni che ci colpiscono di più, ci restano più impressi, ci influenzano… ma perché?

Con l’arrivo degli smartphone e della serie infinita di dispositivi con cui visualizzare anche contenuti video, si è reso sempre più necessario studiare e calibrare il contenuto video rivolto al nostro target di clienti nella maniera più precisa ed efficace possibile. Questo è esattamente quello che facciamo per il nostro VideoSPOT, il sistema di comunicazione video con cui pubblichiamo contenuti ad hoc che il negoziante desidera divulgare nel suo punto vendita. In questo caso tutte le comunicazioni vengono progettate per essere visualizzate in un contesto di negozio, dove l’utente medio spende un certo limite di tempo ed ha una soglia limitata di attenzione.

Con questo concetto si dovrebbero creare tutti i contenuti che parlano della propria azienda o promuovono i propri prodotti.


Diversi tipi di devices e location = diversi modi di comunicare

Non c’è niente di peggio nella comunicazione che inviare un messaggio corretto in un contesto sbagliato.

Con il Virtual Reality per esempio abbiamo visto strizzare più volte l’occhio a dispositivi come il Samsung Gear VR. Anche se questo mercato sembra ancora marginale, le possibilità di crescita sono enormi e già alcuni grossi brand si sono mossi per promuovere i loro prodotti in questo canale. Già oggi possiamo vedere Mc Donald’s, Volvo, New York Times o anche artisti del calibro di sir Paul McCartney che ha realizzato un'app specifica per poter vivere un'esperienze in prima persona, nello specifico il suo concerto "Live and Let Die" al Candlestick Park di San Francisco, comodamente seduti sul proprio divano di casa.


Così come il video, anche i social hanno diversi modi di diffondere informazioni.

Instagram ha il suo modo di comunicare, Facebook ne ha un altro, Youtube e Linkedin altri diversi ancora e così via; quale miglior modo per preparare contenuti ad hoc ed in maniera efficace se non affidarsi ad un’agenzia di comunicazione in grado di sfruttare al meglio ogni singolo canale? Perché se è vero che al giorno d’oggi è quasi d’obbligo essere presenti su Facebook o nel web in generale, è anche vero che piuttosto di “esserci male”, meglio non esserci affatto.

Seguiteci sul nostro profilo Facebook per avere qualche consiglio!