Home    Blog    Brand Personality: Il tuo Brand che personalità ha?

Brand Personality: Il tuo Brand che personalità ha?

Fino a qualche anno fa si attribuiva poca importanza al brand i tempi legati alla comunicazione erano molto più lunghi e se qualcosa non funzionava per correggere il tiro si avevano a disposizione diversi giorni a volte anche mesi

Serena Gottardo | 2017-03-27


Fino a qualche anno fa si attribuiva poca importanza al Brand.

I tempi legati alla comunicazione erano molto più lunghi e, se qualcosa non funzionava, per correggere il tiro si avevano a disposizione diversi giorni, a volte anche mesi.

Dopo l’affermazione del digitale il modo di comunicare è diventato immediato e diretto portando l’azienda a perdere gran parte del suo potere e a metterlo nelle mani di un consumatore sempre più informato ed esigente.
Gli “addetti ai lavori” lo chiamano Marketing collaborativo

Il consumatore manifesta già da qualche anno un’evidente volontà di diventare parte attiva nella comunicazione di un Brand ma per fare ciò un tale Brand vuole prima di tutto riconoscersi. 

Il successo di un Brand sta nella creazione di una Brand Personality.

Un Brand deve avere una personalità per essere riconosciuto dal consumatore. Quest’ultimo desidera rispecchiarsi in valori chiari e definiti che lo catturino, ricevere messaggi empatici che si differenzino dagli altri milioni che popolano l’ambiente che lo circonda. Un consumatore, oggi, sceglie di rapportarsi ad una marca se riconosce delle analogie tra la personalità che identifica in quest’ultima e la propria, o se prova un desiderio di sperimentare una diversa identità.

Concretamente si tratta di associare al Brand un insieme di caratteristiche umane, come se si dovesse tracciare l’identikit di una persona. 

Il concetto di Brand Personality può essere sintetizzato attraverso la citazione del famoso pubblicitario britannico David Olgivy: “Non esistono sostanziali differenze tra le varie marche di whisky, di sigarette o di birra. Sono quasi tutte uguali. Lo stesso dicasi dei budini, dei detersivi o della margarina. Però quell’azienda che riuscirà ad offrire la personalità più spiccata alla sua marca (naturalmente grazie alla pubblicità) riuscirà ad assicurarsi una maggiore quota di mercato con maggiori profitti”.

C’è un motivo se lo stesso prodotto viene acquistato da target diversi. 

Poniamo il caso della vodka e paragoniamo i Brand Absolut e Stoli’s. Il primo è stato identificato dall’azienda come un venticinquenne, alla moda e festaiolo, mentre il secondo come un uomo di una certa età, intellettuale e tradizionalista. Tutto il lavoro di comunicazione fatto sui due brand è stato pianificato e realizzato avendo ben in mente le caratteristiche attribuite a ciascuno. Entrambi i prodotti hanno ottenuto ottimi risultati, ciascuno verso un pubblico differente. 

E il tuo Brand che personalità ha?